Notizie sulla Slovenia

Novità sul pedaggio autostradale sloveno

Vignetta stradale SloveniaDal 1º luglio del 2008 la Slovenia, come è noto, ha cambiato la propria organizzazione autostradale. Da questa data, al posto dei fatidici caselli autostradali (che in pratica non esistono più), sono entrate in vigore le note vignette autostradali (già in uso in molti altri Paesi europei, tra cui l'Austria), che comportano un nuovo sistema di pagamento di pedaggio autostradale.

Il nuovo sistema pare funzionare molto bene, soprattutto per la società autostrade slovena (nota con il nome di DARS), che infatti ha registrato un aumento delle entrate, la cui stima vuole raggiungano entro la fine dell'anno quota + 14%. Sono infatti al momento ben oltre 1,6 milioni i 'bollini' venduti all'interno della nazione.

Nonostante gli aumentati proventi, la gestione della DARS è stata spesso al centro di controversie, in particolare rispetto al problema della durata temporale delle vignette, non essendo prevista una opzione di acquisto per periodi inferiori ai 6 mesi. Le possibilità di acquisto della vignette in Slovenia sono infatti solo due: la prima prevede un 'abbonamento' di pedaggio di 12 mesi al costo attuale di 55 euro, mentre la seconda possibilità prevede una vignetta della durata di 6 mesi erogata al costo di 35 euro (per le moto il costo è minore, 22,50 euro).

Ovviamente la notizia non è stata molto gradita dalle associazioni degli automobil club straniere, e soprattutto da quell'esercito di vacanzieri che in Slovenia si ritrovano solo per poche settimane o solo esclusivamente in transito, essendo loro diretti verso altre nazioni come la Croazia (passaggio obbligato via terra). Infatti, per coloro che si vogliano recare in Croazia, anche un transito di 10 km, comporta il pagamento del bollino semestrale.

L'organizzazione dei Paesi confinanti, primi tra tutti Italia, Austria e Croazia, non manca; si sta infatti già pensando a delle opzioni che prevedano l'uso di strade alternative, tralasciando il circuito autostradale. Nel frattempo le autorità slovene si sono 'impegnate' a riscuotere quasi 5000 multe da coloro che sono stati trovati in circolazione senza l'apposita vignetta. Quindi, attenzione e organizzazione prima della partenza è sempre consigliabile.

Ricordiamo a proposito che i segnali stradali di colore giallo indicano le strade normali, mentre gli altri e soprattutto quelli blu indicano il circuito a scorrimento veloce. Quindi, per coloro che per esempio vogliano raggiungere Capodistria (Koper in sloveno) dall'Italia, o anche un po' più giù, Pola in Croazia, una volta attraversato il valico del Rabuise, consigliamo di andare in direzione delle piccole località di Hrvatini/Crevatini, Škofije e Bertoki, quindi direzione St Antov e Koper (Capodistria).

Articoli più letti

Voli economici per la Slovenia seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...