Letteratura slovena

Letteratura SloveniaDella letteratura slava fanno parte testi in serbo–croato, macedone e sloveno. Il testo più antico in lingua slava proviene dallo sloveno: tre manoscritti dell’anno 970 noti come Brižinski Spomeniki, che contengono un’omelia sul peccato e dei suggerimenti sulla pene da assegnare dopo la confessione.

Le figure chiave nella trasformazione dello sloveno in lingua letteraria sono tre. Primo fra tutti Primož Trubar, al quale si devono nel 1500 le prime stampe in lingua slovena, un Catechismo e un Abecedario, cui segue, 35 anni dopo, la prima versione in sloveno della Bibbia. Si sottolinea come fino all’Illuminismo la cultura di questo paese sia stata essenzialmente legata alla Chiesa, ciò ha portato alla creazione di opere letterarie in tedesco e in latino, non in sloveno (il Die Ehre des Herzogthums, significativa opera del 1689, sulla vita e la cultura del popolo sloveno prima del XVIII secolo, è infatti scritta in tedesco).

France Prešeren è stata una figura di spicco della letteratura slovena; amatissimo dai suoi connazionali, per aver dato alla nascente letteratura di questo Paese un determinato codice e una leggibile struttura, viene ancora oggi considerato il più grande poeta sloveno. Così come Dante è per l’Italia il padre della lingua italiana o Shakespeare per il Regno Unito della lingua inglese, lo stesso ruolo nella lingua slovena è dato a Prešeren. La sua maggiore opera letteraria sono i Sonetni Venec (sonetti amorosi), benché tutta la sua produzione poetica, dai poemi epici alle poesie satiriche, possa considerarsi d’ispirazione ed esempio per i letterati del periodo successivo. Ai versi del suo “Brindisi” si ispira anche l’inno nazionale sloveno.

Nel XIX secolo non mancano altri carismatici letterati, maestri come Fran Levstik che in Martin Krpan rielabora alcuni temi del folklore popolare, e Josip Jurčič l’autore del primo romanzo in lingua slovena, chiamato Deseti Brat.

Nel XX secolo brilla la figura di Ivan Cankar, punto di riferimento nazionale per la prosa, così come Prešeren fu per la poesia. Come quest’ultimo, da cui ricevette oltretutto grande influenza, Cankar viene considerato il maggiore scrittore di lingua slava. Con i suoi romanzi e commedie in sloveno, affrontò per la prima volta importanti tematiche sociali e di costume trascurate fino a quel momento. Tra gli autori contemporanei, si vuole qui citare in particolare Drago Jančar, scrittore e saggista, molto noto a livello internazionale, le cui opere sono state tradotte in più di 10 lingue.

Articoli più letti

Voli economici per la Slovenia seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...